mercoledì 15 dicembre 2010

Non dite che non ve lo avevo proposto almeno 5 anni fa'...

Da http://www.cohousing.it, "un nuovo modo di abitare con spazi e servizi condivisi tra persone amiche che avete scelto e con cui avete progettato la vostra comunità residenziale. Chi vive in cohousing - sono più di mille gli insediamenti di questo tipo nel mondo - vive una vita più semplice. meno costosa e meno faticosa decidendo innanzitutto cosa condividere: un micronido per i bambini, un orto o una serra, un living condominiale, un servizio di car sharing o una portineria intelligente che paga le bollette e ritira la spesa. Solo per fare qualche esempio"... e io aggiungo: un forno a legna, il pane fatto con il lievito madre, l'olio, il vino e chi piu' ne ha piu' ne metta.

E se ancora non siete convinti, amici miei bellissimi, vi dico che si risparmia anche e si fa' vero downshifting. Vedete il servizio di Report del 12 dicembre, interi paesi l'hanno fatto. Pensate a impianti di pannelli solari, compostaggi casalinghi baratto e quanto altro ancora.

Il mio futuro è li'.... insieme ai miei amici!!!!

3 commenti:

babs ha detto...

io ci sto, da subito.

Francesco Troccoli ha detto...

Dove lo facciamo? Non in Italia, vero...?

Simone ha detto...

Angela, l'idea non è male, ma per me è già massacrante vivere con me che non ce la farei a dare questo peso che non posso togliermi anche ad altri. Castra Siempre.